Il Fondo Details

Cosa è Forma.Temp

Il Fondo è stato costituito nel 2000 in applicazione della Legge n. 196/1997 (c.d. Pacchetto Treu) la quale introdusse nel nostro ordinamento la fornitura di lavoro temporaneo, e trova la sua attuale fonte normativa nell’art. 12 del D.Lgs. 276/2003 e s.m.i.

Le attività di Forma.Temp si svolgono sotto la vigilanza dell'Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) e sono finanziate con il contributo pari al 4% delle retribuzioni lorde corrisposte ai lavoratori somministrati, a carico delle Agenzie per il Lavoro.

Le finalità e le attività del Fondo

Forma.Temp, quale strumento della gestione bilaterale della formazione e del sostegno al reddito, rende disponibili le risorse finanziarie destinate a qualificare ulteriormente il lavoro in somministrazione nel sistema delle politiche del lavoro.

Le attività del Fondo sono destinate ai candidati a missione di lavoro e ai lavoratori a tempo determinato e indeterminato in somministrazione.

Le Politiche Attive del Lavoro prevedono il finanziamento della formazione per l’acquisizione di nuove conoscenze e competenze, l’aggiornamento, la qualificazione e la riqualificazione professionale attraverso le seguenti tipologie formative:

Nell’ambito di tali percorsi vengono finanziate anche attività di Orientamento, Bilancio delle Competenze e Ricerca attiva del lavoro.

La formazione finanziata dal Fondo è realizzata per la quasi totalità su iniziativa delle Agenzie per il Lavoro e mira a dare risposte ai fabbisogni formativi del settore.

Tutti i corsi di formazione finanziati da Forma.Temp sono a titolo gratuito e non prevedono costi di alcun genere a carico dei partecipanti. È fatto divieto ai soggetti autorizzati dall’ANPAL o iscritti agli elenchi FT di esigere, oppure di percepire direttamente o indirettamente, compensi dai lavoratori.

Le Politiche Passive del Lavoro del Fondo a favore dei lavoratori in somministrazione si sostanziano:

  • nel Fondo di Solidarietà, attraverso il quale Forma.Temp eroga ai lavoratori assunti con contratto in somministrazione a tempo determinato e indeterminato, anche in apprendistato, le seguenti prestazioni:

Il Fondo

L'Assemblea dei Soci

L’Assemblea dei Soci è composta in maniera paritetica da 30 membri in rappresentanza delle Associazioni datoriali e delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori stipulanti il CCNL di settore.
L’Assemblea si riunisce ordinariamente due volte l’anno.
I componenti l’Assemblea durano in carica 3 anni e si intendono confermati di triennio in triennio qualora dalle rispettive Organizzazioni non siano state fatte nomine diverse almeno un mese prima della scadenza. È però consentito alle stesse Organizzazioni di provvedere, con comunicazione scritta, alla sostituzione dei propri membri anche prima della scadenza del triennio quando cessi il rapporto di fiducia. Il nuovo rappresentante avrà per la durata della carica la stessa anzianità di quello sostituito.

All’Assemblea spetta di:

  • eleggere il Presidente ed il Vice Presidente;
  • eleggere il Consiglio di Amministrazione;
  • deliberare le iniziative per l’attuazione degli scopi previsti dall’art. 2 dello Statuto di Forma.Temp;
  • deliberare in ordine all’eventuale compenso per gli amministratori ed i sindaci;
  • deliberare la cessazione dallo stato di associato effettivo;
  • deliberare la cessazione dello stato di associato beneficiario a seguito di revoca dell’autorizzazione ministeriale;
  • approvare gli eventuali successivi regolamenti su proposta del Consiglio di Amministrazione, sentite le Parti firmatarie e previa autorizzazione ministeriale;
  • provvedere all'approvazione dei bilanci consuntivi e preventivi redatti dal Consiglio di Amministrazione.

L’Assemblea si riunisce di norma almeno due volte l’anno, e straordinariamente ogni qualvolta sia richiesto da almeno due terzi dei membri dell'Assemblea o dal Presidente o dal Vice Presidente o dal Collegio dei Sindaci.
Le riunioni sono presiedute dal Presidente di Forma.Temp o, in sua assenza, dal Vice Presidente.
Per la validità delle adunanze dell’Assemblea e le relative deliberazioni è necessaria la presenza di almeno i tre quarti dei suoi componenti. Le delibere sono valide solo se ricevono il voto favorevole di almeno i tre quarti dei presenti.

Il Fondo

La Presidenza

L’Assemblea dei Soci nomina fra i suoi componenti il Presidente su designazione dell’Associazione datoriale ed il Vice Presidente su designazione delle OO.SS. firmatarie del CCNL.

Dette cariche hanno durata triennale.

La Presidenza è costituita da:

  • Francesco Verbaro, Presidente, ASSOLAVORO
  • Ivan Guizzardi, Vice Presidente, FELSA-CISL

Spetta al Presidente di:

  • rappresentare il Fondo di fronte a terzi e stare in giudizio;
  • promuovere le convocazioni ordinarie e straordinarie dell’Assemblea e del Consiglio di Amministrazione;
  • presiedere le riunioni del Consiglio di Amministrazione;
  • sovrintendere all’applicazione dello Statuto;
  • dare esecuzione alle deliberazioni degli organi statutari;
  • svolgere gli altri compiti ad esso demandati dallo Statuto o che gli siano affidati dall’Assemblea o dal Consiglio di Amministrazione.

Il Vice Presidente coadiuva il Presidente nell’espletamento delle sue funzioni e lo sostituisce in caso di assenza.

Il Fondo

Il Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione (CdA) di Forma.Temp è composto da 12 membri, 6 di parte datoriale e 6 di parte sindacale, i quali durano in carica 3 anni e sono rieleggibili.
In quanto organo esecutivo del Fondo, ha in capo tutti i poteri di ordinaria e straordinaria amministrazione, i quali vengono esercitati in accordo con gli indirizzi e gli orientamenti espressi dalle Parti Sociali.

Il CdA:

  • Francesco Verbaro, Presidente, ASSOLAVORO
  • Ivan Guizzardi, Vice Presidente, FELSA-CISL
  • Antonio Bonardo, ASSOLAVORO
  • Giuseppe Benincasa, NIDIL-CGIL
  • Beniamino Lapadula, CGIL
  • Marco Massera, UIL
  • Giancarlo Mattone, UILTem.p@
  • Rosario Salimbene, ASSOLAVORO
  • Francesco Salvaggio, ASSOSOMM
  • Giancarlo Silvestri, ASSOLAVORO
  • Claudio Soldà, ASSOLAVORO
  • Daniel Zanda, FELSA-CISL

Il Consiglio di Amministrazione si riunisce almeno una volta al mese per discutere e deliberare su tutti gli aspetti legati al funzionamento del Fondo. Oltre alle riunioni mensili, il Consiglio può convocare, quando necessario, delle riunioni tematiche su aspetti specifici inerenti all’attività di Forma.Temp.

Il Fondo

Il Comitato di Gestione e Controllo del Fondo di Solidarieta'

Il comitato di Gestione e Controllo è l’organismo collegiale che garantisce le prestazioni del Fondo di Solidarietà Bilaterale secondo i criteri definiti nel DM 95074 del 21/5/2016 n. 118.

È costituito da 12 componenti (6 di espressione datoriale e 6 di espressione sindacale), nominati dall’Assemblea dei soci di Forma.Temp sulla base di requisiti di professionalità e onorabilità, i quali restano in carica per 3 esercizi e, comunque, fino all’approvazione del bilancio di Forma.Temp relativo al terzo esercizio di carica.

 Il Comitato di Gestione è costituito da

  • Giuseppe Garesio, Presidente, ASSOLAVORO
  • Marco Massera, Vice presidente, UILTEMP
  • Arnaldo Carignano, ASSOLAVORO
  • Agostino Di Maio, ASSOLAVORO
  • Rosario Salimbene, ASSOLAVORO
  • Giuseppe Venier, ASSOLAVORO
  • Francesco Salvaggio, ASSOSOMM
  • Claudio Treves, NIDIL CGIL
  • Giuseppe Benincasa, NIDIL CGIL
  • Luca Barilà, FELSA-CISL
  • Fabio Benintendi, FELSA-CISL
  • Maurizio Sacchetta, UILTEMP
Il Fondo

Il Collegio dei Sindaci

Il Collegio dei Sindaci è composto da 3 membri, designati rispettivamente dalle Associazioni Datoriali, dalle OO.SS.LL. e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, quest’ultimo con funzione di Presidente.
I Sindaci devono essere iscritti al Registro dei Revisori Legali ed hanno compiti e responsabilità stabiliti dalla Legge.

Il Collegio dei Sindaci è costituito da:

  • Sergio Di Meo, Presidente
  • Pietro Mastrapasqua
  • Michele Zuin

La durata del mandato è pari a tre esercizi e comunque fino all’approvazione del bilancio del terzo esercizio di carica, non oltre i termini statutari previsti per l’approvazione del bilancio. I Sindaci possono essere riconfermati.
Il Collegio Sindacale si riunisce ordinariamente una volta a trimestre ed ogni qualvolta il Presidente del Collegio lo ritenga opportuno, ovvero quando uno dei Sindaci ne faccia richiesta.

Il Fondo

Il Direttore

La responsabilità operativa del Fondo viene affidata ad un Direttore Generale, appositamente nominato dal Consiglio di Amministrazione.

Il Direttore è:        

Antonino Costantino

Il Fondo

Le Parti Sociali

Associazioni Agenzie per il lavoro


ASSOLAVORO – Associazione nazionale delle Agenzie per il Lavoro
Costituita il 18 ottobre 2006 dalla fusione delle 3 rappresentanze preesistenti: Ailt, Apla e Confinterim. L’Associazione riunisce 50 ApL che, con oltre 2.500 filiali in tutta Italia, costituiscono circa il 90% del fatturato complessivo legato alla somministrazione di lavoro.
Assolavoro è nata dalla necessità di garantire alle Agenzie per il Lavoro degli standard più elevati di tutela e rappresentanza nonché un’offerta integrata di assistenza e informazione.

 

ASSOSOMM – Associazione Italiana delle Agenzie per il Lavoro
Assosomm è l’Associazione italiana delle Agenzie per il Lavoro costituita con l’obiettivo di raccogliere, tutelare e valorizzare gli interessi di tutti gli associati e sostenere e potenziare l’intero settore attraverso le migliori iniziative che possano incidere nello sviluppo e nell’evoluzione dell’attività della somministrazione.
Lo scopo di Assosomm è di tradurre la pluralità delle richieste degli associati in istanze istituzionali e sociali e di fornire la massima assistenza in termini operativi, giuridici e contrattuali.

Organizzazioni Sindacali dei lavoratori in somministrazione

 

FeLSA-CISL
La FeLSA-Cisl (Federazione Lavoratori Somministrati Autonomi ed Atipici), nata dalla decisione della CISL di accorpare l’ALAI e il CLACS, ha iniziato ad operare ufficialmente dal 15 ottobre 2009.
Dà voce al mondo dei lavori non standard: somministrati, collaborazioni coordinate, partite IVA e il lavoro autonomo, quest’ultimo espresso nelle numerose associazioni professionali e sindacati di settore.



Nidil CGIL (Nuove identità di lavoro)

È una struttura sindacale nata nel 1998 per dare voce e rappresentanza ai lavoratori atipici e a chi lavora senza tutela e senza una rete di protezione sociale (somministrati, collaboratori, autonomi e disoccupati).

 

 
UILTemp
Categoria Nazionale dei Lavoratori Temporanei Autonomi Atipici e Partite IVA (ex Uil Cpo) è il sindacato che organizza, rappresenta e tutela le lavoratrici e i lavoratori in somministrazione, lavoratori parasubordinati, collaboratori a progetto, lavoratori con partita IVA, titolari di forme di autoimpiego e appartenenti a settori diversi o contrattualmente non ancora disciplinati..

Confederazioni Sindacali

 


CGIL (Confederazione Generale Italiana del Lavoro)

È un’associazione di rappresentanza dei lavoratori e del lavoro. Nata nel 1906, è la più antica Organizzazione Sindacale italiana ed è anche la maggiormente rappresentativa con i suoi circa 5 milioni di iscritti tra lavoratori, pensionati e giovani che entrano nel mondo del lavoro.

 


CISL (Confederazione Italiana Sindacati Lavoratori)

È una Confederazione Sindacale italiana nata il 15 settembre 1948 col nome di Libera CGIL.
È oggi la seconda Confederazione generale del lavoro. È presente in tutti i settori del mondo lavorativo, pur mantenendo una forte presenza nel settore pubblico. È articolata in 19 Federazioni di Categoria.


UIL (Unione Italiana del Lavoro)

È una confederazione sindacale italiana nata il 5 marzo 1950 dalle divisioni interne alla CGIL unitaria.
È presente sull’intero territorio nazionale e la sua attività è rivolta a diverse categorie: industria, agricoltura, servizi, lavoratori atipici, pensionati, trasporti, Pubblica Amministrazione.

Il Fondo

La struttura

Organigramma

Il Fondo