Accreditamento a Forma.Temp

Le richieste di accreditamento possono essere inviate in qualsiasi momento dell’anno. Forma.Temp procede alla valutazione delle richieste entro 40 giorni dalla data di ricevimento delle stesse e, a seguito della valutazione della documentazione ricevuta, rilascia l’accreditamento a suo insindacabile giudizio.

Le sedi operative vengono quindi inserite nell’elenco degli enti accreditati.

Non sono accettate domande di accreditamento inoltrate da enti ai quali sia stato revocato l’accreditamento nei 2 anni precedenti (a far data dalla comunicazione del provvedimento di revoca) o inoltrate da enti nel cui assetto societario o organizzativo siano presenti soggetti che hanno ricoperto incarichi di amministratori o soci di enti a cui è stato revocato l’accreditamento nei 2 anni precedenti.

Gli enti di formazione in possesso di accreditamento in almeno una Regione italiana per il segmento della formazione Continua, possono richiedere l’accreditamento Forma.Temp compilando la Domanda di Accreditamento di tipo A e la Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Tutti gli altri soggetti devono compilare la Domanda di Accreditamento di tipo B/C e la Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

L’accreditamento Forma.Temp ha validità 3 anni, salvo ipotesi di decadenza dei requisiti di rilascio.
La sede operativa è soggetta alla richiesta di eventuale documentazione integrativa, qualora questa dovesse risultare necessaria per la verifica dei requisiti e/o in caso di sopravvenute esigenze di ordine tecnico, gestionale o normativo.

L’ente di formazione accreditato, ad ogni controllo effettuato dal Fondo, deve risultare in regola con i requisiti richiesti e dichiarati ed è tenuto alla conoscenza ed al rispetto di quanto stabilito dalla normativa Forma.Temp.

Gli enti di formazione possono presentare la richiesta di rinnovo dell’accreditamento entro e non oltre il 40° giorno che precede la data di fine validità, indicata sul certificato rilasciato a ciascuna sede operativa. Dopo tale data l’accreditamento viene considerato decaduto e l’ente può essere riaccreditato solo dopo aver presentato una nuova istanza.

Per gli enti che dispongono di un accreditamento Regionale con scadenza, la validità dell’accreditamento Forma.Temp coincide con la data di scadenza dello stesso; quelli che hanno invece un accreditamento Regionale definitivo dovranno comunque presentare domanda di rinnovo ogni 3 anni.

Gli enti in possesso di accreditamento regionale sono tenuti a compilare la Domanda di rinnovo di tipo A e la Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà; tutti gli altri enti devono compilare la Domanda di rinnovo di tipo B/C e la Dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.

Forma.Temp può valutare la sospensione dell’accreditamento qualora si rilevino non conformità con quanto stabilito dal Dispositivo di Accreditamento e dalle regole del Fondo.
La sospensione dell’accreditamento è disposta dalla Direzione Generale che ne informa il CdA e può avere una durata massima di 6 mesi. I provvedimenti di sospensione, salvo casi particolarmente gravi, vengono preceduti da richieste di informazioni all’ente interessato.
I soggetti con accreditamento sospeso non possono partecipare, a qualunque titolo, alla realizzazione di iniziative formative finanziabili da Forma.Temp mentre possono portare a termine le attività relative ai corsi già presentati al Fondo.

La Direzione Generale del Fondo può procedere alla revoca dell’accreditamento qualora l’ente incorra ripetutamente in un provvedimento di sospensione oppure quando:

  • l’ente si viene a trovare in stato di fallimento o altre procedure concorsuali;
  • l’ente non consente l’accesso alle informazioni necessarie alla verifica dei requisiti dell’accreditamento in sede di audit;
  • la causa di sospensione dell’accreditamento non viene sanata entro i termini indicati dal Fondo;
  • l’ente non risolve, nei tempi concordati, le non conformità rilevate in sede di audit;
  • l’ente perde uno o più requisiti necessari per l’accreditamento;
  • l’ente presenta criticità nella corretta gestione amministrativa e contabile dei corsi, nella contrattualistica con l’ApL e/o con i fornitori;
  • l’ente è oggetto di reiterate segnalazioni al Fondo di mancato pagamento dei fornitori di aule e docenza, nei termini previsti dalla contrattualistica adottata.

Il CdA si riserva, in qualsiasi momento, di revocare l’accreditamento qualora vengano rilevati elementi di particolare gravità riguardanti un ente di formazione accreditato, che possano compromettere o abbiano compromesso il corretto svolgimento delle attività come disciplinato dalla normativa del Fondo.

I provvedimenti di revoca, salvo casi particolarmente gravi, vengono preceduti da richieste di informazioni all’ente interessato, anche attraverso la sospensione dell’accreditamento.

I soggetti con accreditamento revocato non possono partecipare, a qualunque titolo, alla realizzazione di iniziative formative finanziabili da Forma.Temp.

L’ente formativo cui sia stato revocato l’accreditamento viene cancellato dall’elenco dei soggetti accreditati e non può presentare nuova richiesta prima di 2 anni dalla data di comunicazione del provvedimento.

L’ente di formazione può chiedere la rinuncia dell’accreditamento attraverso formale comunicazione inviata a Forma.Temp che provvede ad effettuare la cancellazione dell’ente dall’elenco dei soggetti accreditati.

L’ente che richiede la rinuncia dell’accreditamento in seguito alla comunicazione di verifiche dirette o di altri controlli effettuati dal Fondo, non può presentare una nuova richiesta di accreditamento prima che siano decorsi 2 anni dalla data della rinuncia.

La Domanda di Accreditamento, la Domanda di Rinnovo ed eventuali variazioni rispetto a quanto dichiarato in fase di domanda di accreditamento devono rispettare le indicazioni riportate nel documento correlato Modalità di invio documenti e devono essere inoltrate all’indirizzo di posta elettronica accreditamento@formatemp.it.